Affitto casa vacanze oneri burocratici

Comment

Altri articoli
Pubblicità

Affitto casa vacanze oneri burocratici

In caso di affitto casa vacanze è necessario assolvere a degli oneri burocratici a partire dalla tassazione, di fatto per quanto riguarda i ricavi ottenuti da questo tipo di affitto essi possono essere sottoposti a regime Irpef o a quello della cedolare secca. Per poter aprire una casa vacanze è indispensabile essere in possesso di una partita IVA, in quanto si svolge un tipo di attività imprenditoriale, quindi le entrate derivate allo svolgimento di questo tipo di attività devono essere riportate nella dichiarazione dei redditi. Il denaro che viene riscosso da chi affitta una casa vacanze per legge deve essere girato direttamente all’Agenzia delle Entrate a cui spetta il 21% di ogni transazione. Chi affitta  un immobile come casa vacanza è tenuto a tenere aggiornato il registro presenze per la Polizia di Stato, basta semplicemente effettuare la registrazione  sul portale che si occupa di tale tema, si devono inoltre comunicare regolarmente i dati personali dei propri ospiti entro 24 ore dal loro arrivo. Ci sono ulteriori obblighi che rientrano nel campo della burocrazia e che sono di competenza dei singoli Comuni o che assolvono a normative regionali è necessario in tal caso informarsi presso gli uffici competenti. Per altre informazioni si rimanda alla lettura di https://www.ilsole24ore.com/art/casa/2018-05-17/le-5-regole-affittare–casa-le-vacanze-e-massimizzare-guadagni—192440.shtml?uuid=AExceCqE.

Pubblicità

Perché stipulare un’assicurazione di Responsabilità Civile

affitto casa vacanze oneri burocratici

affitto casa vacanze oneri burocratici

La casa vacanze per essere classificata in questa tipologia di affitto deve rispettare una durata base che va da un minimo di 7 giorni ad un massimo di 90 giorni consecutivi, si ha come opzione alternativa la possibilità di stipulare un affitto short lets nel caso in cui gli ospiti hanno intenzione di soggiornare per minore tempo, si può infatti affittare la casa vacanze anche per meno dei 7 giorni previsti dal contratto classico. Nel caso di durata del contratto superiore ad un mese, è obbligatorio stipulare in forma scritta il contratto, perché soggetto a registrazione obbligatoria. Per legge è fondamentale redigere un’assicurazione di Responsabilità Civile, che rappresenta una forma di tutela per coprire le spese derivanti da eventuali danni provocati dagli ospiti.

Pubblicità




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *