Contratto di affitto garage

Comment

Altri articoli
Pubblicità

Contratto di affitto garage

A differenza di quanto avviene per le altre tipologie di beni immobiliari soggetti a locazione, nel caso in cui si è alle prese con un contratto di affitto garage è bene tener conto che tale accordo non è connesso dal punto di vista normativo con la legge numero 431/1998 né con la legge numero 392/1978. Quando si avvia la locazione di box auto le parti possono stabilire in maniera del tutto autonoma la durata del contratto ed anche il canone di locazione, anche se mancano riferimenti legislativi che regolamentano questa forma di affitto ci si può comunque tutelare rivolgendosi prima di tutto a quanto prescritto dalla normativa di riferimento contenuta nel Codice civile (precisamente articoli 1571 e seguenti). In particolare costituisce una buona forma di tutela la sottoscrizione e registrazione del contratto per la locazione di box auto che rappresenta un vero e proprio adempimento delle parti contrattuali; attraverso la registrazione di questo contratto di locazione si regolarizza il rapporto tra locatario e conduttore ai quali spettano in egual misura i costi di registrazione, salvo che le parti stabiliscano diversamente. Altre informazioni utili si trovano su http://www.contrattoaffitto.com/contratto-affitto-box-o-garage.html.

Pubblicità

Come effettuare la registrazione del contratto di affitto

contratto di affitto garage

contratto di affitto garage

Per espletare la registrazione del contratto di affitto di un garage, il cui contenuto deve indicare espressamente che il bene che si va a locare con l’accordo è adibito ad utilizzo esclusivo di autorimessa,  è necessario recarsi presso l’ufficio dell’agenzia delle Entrate per procedere con la compilazione del modello RLI, in alternativo si può direttamente accedere alla modulistica mediante il sito ufficiale dell’agenzia delle Entrate  utilizzando i canali telematici specifici. Per quanto riguarda eventuali spese extra, oltre al canone di affitto ed ai costi della registrazione del contratto di locazione,  il conduttore deve farsi carico delle eventuali spese di manutenzione ordinaria, mentre spettano al locatore le spese di manutenzione straordinaria; nel caso di box attinente ad un condominio allora le spese condominiali risultano essere a carico del conduttore, a meno che le parti non dispongano diversamente in contratto.

Pubblicità




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *