Category Archives: Disdetta contratto di locazione

Disdetta contratto di locazione: come si invia la lettera, le modalità in cui questa va inviata, e quali sono i tempi da rispettare.

Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore burocrazia

Pubblicità

Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore burocrazia

Il Codice Civile prevede l’evenienza che possa avviarsi la disdetta contratto di locazione da parte del conduttore, il quale ha l’obbligo di inviare una comunicazione scritta tramite raccomandata al locatore entro 6 mesi prima della data in cui intende lasciare l’immobile da lui occupato fino a quel momento. È importante che la comunicazione venga avanzata attraverso raccomandata con ricevuta di ritorno, perché vale nel computo del termine di preavviso riportati sullo stesso contratto di locazione, per cui nel caso di contratti del tipo 4+4 il preavviso è di 6 mesi, a meno che non il locatore non abbia deciso al momento della stipulazione del contratto per un termine più breve. Dopo la ricezione della lettera in cui viene annunciata la volontà di effettuare la disdetta anticipata del contratto, il proprietario deve recarsi qualche giorno prima della fine del contratto per appurare di persona lo stato dell’immobile ed eventualmente riscontrare dei danni causati dall’inquilino. Per altre informazioni sull’argomento si rimanda alla lettura dell’articolo Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore: quando si può contestare. Continue reading

Published by:

Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore e scadenza

Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore e scadenza

Da quanto previsto dal Codice Civile è possibile avviare la disdetta contratto di locazione da parte del conduttore, che è un’opzione sempre valida, mentre il diritto al recesso da parte del locatore è limitato, da quanto stabilito dall’articolo 1612 Codice Civile, in tal caso il locatore ha la facoltà di recedere dal contratto di locazione qualora decida di abitare egli stesso l’immobile nel pieno rispetto delle modalità e delle tempistiche previste dalla legge. Al conduttore è offerta quindi la possibilità di recedere liberamente qualora sussistano le condizioni in qualsiasi momento segnalando per tempo questa esigenza al locatore mediante lettera raccomandata: quindi il conduttore è tenuto ad inviare una comunicazione scritta da inviare tramite raccomandata al locatore 6 mesi prima della data in cui intende lasciare l’immobile. Si devono enunciare espressamente le motivazioni poste a fondamento del recesso, in modo da consentire al locatore la presa di conoscenza dei fatti che spingono verso lo scioglimento del vincolo contrattuale. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura dell’articolo Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore: gli oneriContinue reading

Pubblicità




Published by:

Come avviene la disdetta contratto di locazione da parte del conduttore

Come avviene la disdetta contratto di locazione da parte del conduttore: giurisprudenza in materia

Nel corso del rapporto di affitto possono verificarsi delle circostanze che possono portare alla disdetta contratto di locazione da parte del conduttore un’eventualità permessa dalla legge anche se la decisione va motivata, ma allo stesso modo si tratta di un’opzione prevista anche qualora non venga espressamente disciplinata da un’apposita clausola dello stesso rapporto contrattuale. Il conduttore ha quindi il diritto di esercitare la possibilità di recedere anticipatamente rispetto alla scadenza pattuita in fase di stipula del contratto di locazione qualora ne annunci la reale necessità. Secondo quanto stabilito dall’orientamento giurisprudenziale in materia bisogna menzionare i  gravi motivi che giustificano la decisione del conduttore che procede con il recesso anticipato, in particolare vengono considerate motivazioni gravi le circostanze oggettive, per cui estranee alla stessa volontà del soggetto, inoltre si tratta di circostanze imprevedibili sopraggiunte solo in seguito alla stipula del contratto tra le due parti. Per approfondimenti sul tema si rimanda alla lettura dell’articolo Risoluzione anticipata contratto di locazione: i costi dell’aliquota. Continue reading

Published by:

Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore: quando si può contestare

Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore: le possibili contestazioni

Il rapporto di vincolo che lega le due parti può essere revocato attraverso la formale procedura con cui si avvia la disdetta contratto di locazione da parte del conduttore. In questo caso devono sussistere delle reali necessità che portano il conduttore a comunicare al locatore il suo intento di recedere prima della scadenza prevista nel contratto precedentemente sancito dalle due parti, si tratta infatti di un diritto espressamente evidenziato nel contratto attraverso una clausola, ma qualora tale postilla non viene segnalata si può esercitale tale opzione qualora esistano dei motivi reali e gravi che spingono il conduttore ad avvalersi di tale diritto. In particolare, si può avviare il recesso dal contratto di locazione di un immobile ad uso commerciale oppure di un bene ad uso abitativo solo se sussistono delle motivazioni gravi in base a quanto sancito dalla legge, in questo caso sono considerate valide delle situazioni oggettive che prescindono dalla stessa volontà del soggetto e devono essere rivelate al locatore per poter verificare l’oggettiva necessità. Da parte sua il locatore può contestare tale decisione rivolgendosi direttamente all’autorità giudiziaria, che dovrà prendere in considerazione le motivazioni addotte dal conduttore per valutarle legittime oppure no. Maggiori notizie su questo tema si trovano su Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore: l’iter da seguire. Continue reading

Published by:

Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore: l’iter da seguire

Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore

Il conduttore rispetto alla figura del locatore rappresenta la parte debole del contratto di locazione, per tale motivo viene maggiormente tutelato a livello legislativo  anche se decide di disdire il contratto prima della scadenza in questo caso la disdetta contratto di locazione da parte del conduttore richiede una preventiva  comunicazione attraverso una lettera raccomandata al locatore che va fatta almeno sei mesi prima. Il soggetto ha il diritto, in qualsiasi momento, di recedere dal contratto di locazione se coesistono delle gravi motivazioni che lo spingono a fare tale scelta. Qualora il recesso venga fatto al di fuori dei suddetti termini allora anche il conduttore è tenuto a rispettare le clausole del contratto di affitto, in particolare è tenuto a pagare al locatore sei canoni mensili, per ricoprire il mancato preavviso: il conduttore ha l’obbligo di corrispondere la somma dell’affitto a partire dalla comunicazione del recesso se si dimentica di comunicare la disdetta rispettando le tempistiche previste dalla normativa. Il conduttore che ha sottoscritto un qualsiasi contratto di locazione, a prescindere dell’uso dell’immobile, può sempre rinunciare dal contratto con un preavviso di almeno sei mesi in questo modo il locatore  può attivarsi anzitempo per attivarsi al fine di poter compensare la perdita di rendita. Per approfondimenti si rimanda all’articolo Tutto sulla disdetta contratto di locazione da parte del conduttore. Continue reading

Published by:

Tutto sulla disdetta contratto di locazione da parte del conduttore

Disdetta contratto di locazione da parte del conduttore

La disdetta contratto di locazione da parte del conduttore prevede l’invio di lettera di preavviso sei mesi prima del rilascio, il modello deve essere inviato tramite raccomandata e ricevuta di ritorno. Il recesso del conduttore viene trattato sia dalla legge del 1978 sia dalla legge del 1998. Nel primo regolamento troviamo l’articolo 4 che dichiara la possibilità del conduttore di recedere in qualsiasi momento con lettera di preavviso inviata nei termini detti pocanzi. L’articolo 4 riferisce comunque che il conduttore può recedere in qualunque momento dal contratto qualora ricorrano gravi motivi. Anche nella legge del 1998 viene sottolineato questo diritto all’interno dell’articolo più specifico sul recesso del locatore. La differenza consiste che mentre per quest’ultimo la legge elenca i casi di gravi fatti che consentono al locatore di chiedere il recesso anticipato, per il conduttore bisogna richiamarsi alle sentenze di cassazione che hanno dato definizione al significato di “gravi motivi”, questi devono avere carattere di improvviso e non volontario e sono tali da compromettere le possibilità dell’inquilino di poter continuare il rapporto di locazione. Approfondimento: Modello disdetta anticipata contratto di locazione e i gravi motivi – Modulo disdetta contratto di locazione da parte del locatore

Pubblicità

Continue reading

Published by:

Modulo disdetta contratto di locazione da parte del locatore

Modulo disdetta contratto di locazione da parte del locatore

Il modulo disdetta contratto di locazione da parte del locatore deve comprendere i gravi motivi che portano al recesso della locazione. Quando si tratta del diniego del rinnovo, la situazione è diversa e la legge stabilisce che per la seconda scadenza è semplicemente necessario inviare una lettera di preavviso che annuncia la non intenzione di non rinnovare per la seconda volta il contratto. Le motivazioni che il locatore deve inserire nel modulo disdetta contratto di locazione da parte del locatore vengono trattate sia nella legge 431 del 1998, sia  nella legge 392 1978. Entrambi si riferiscono alla disdetta prima della scadenza e al diniego del rinnovo, ma il recesso per gravi motivi può avvenire indipendentemente dalla scadenza si dovrebbe trattare, seppur non specificato dalla legislazione di gravi situazioni improvvise che portano il locatore a dover interrompere il rapporto locativo. La lettera di preavviso recesso deve essere inviata al conduttore sei mesi prima.

Per leggere l’elenco dei gravi motivi del locatore potete leggere: Il recesso anticipato contratto di locazione da parte del locatore e Disdetta contratto di locazione da parte del locatore: i motivi legali Continue reading

Published by:

Cosa scrivere nella lettera di disdetta contratto di locazione commerciale?

Lettera disdetta contratto di locazione commerciale: i gravi motivi

Se un comportamento non corretto può causare un grave danno sociale in una situazione abitativa e residenziale, questa dinamica si aggrava in caso di locazione commerciale. I termini e le condizioni della disdetta del contratto di locazione commerciale diventano più rigidi soprattutto per il locatore che nel caso di recesso non giustificato deve pagare un indennizzo per perdita di avviamento commerciale, è un contributo concesso al conduttore per coprire le spese dovute al cambiamento di luogo dove svolgere la propria attività e che può incidere sui profitti dell’azienda stessa. Come abbiamo detto nei precedenti articoli sul contratto di locazione commerciali, si stipulano date di scadenza e rinnovo diversi per le attività commerciali generali e le attività di ricezione alberghiera.
Il preavviso con lettera di disdetta contratto di locazione commerciale in tutti i casi deve rispettare il termine perentorio di sei mei, il locatore è obbligato a spiegare i gravi motivi del recesso per non pagare l’indennità economica prevista, anche il conduttore dovrebbe spiegare i gravi motivi ma i modi d’uso si basa non su precise norme ma su sentenze di cassazione che hanno chiarito i casi di volta in volta. Continue reading

Published by:

Modello disdetta anticipata contratto di locazione e i gravi motivi

Modello disdetta anticipata contratto di locazione

Può capitare di dover disdire in maniera anticipata la locazione per gravi motivi, le due leggi di locazione del 1978 e del 1998, chiariscono quali possono essere i casi in cui al locatore è concesso di poter richiedere la disdetta del contratto di locazione, anche il conduttore deve in qualche modo motivare il recesso anticipato della locazione ma con termini più liberi come sottolineato dalle sentenze di Cassazione. Nelle sentenze viene affermato che è legittimo il recesso anticipato del conduttore quando ci sono gravi motivi indipendenti dalle previsioni contrattuali che costringono il conduttore a recedere dal contratto. Tali motivi devono essere imprevedibili, imprevisti e tali da rendere impossibile la continuazione del rapporto locativo anche a livello economico. Anche un impoverimento patrimoniale e finanziario può essere considerato motivo grave purché si dimostri la mancata volontà del conduttore a determinare tale situazione.

Compilando il modello disdetta anticipata contratto di locazione, il conduttore può inserire le gravi motivazioni che inducono al recesso, questo rafforza la posizione di rinuncia e induce il locatore ad adeguarsi perché comunque può rispondere positivamente o negativamente entro un certo termini di tempo alla lettera disdetta anticipata del conduttore. Continue reading

Published by:

Disdetta contratto di locazione modulo istruzioni

Disdetta contratto di locazione modulo

Vediamo come compilare la disdetta contratto di locazione modulo e in che cosa consiste. Con modulo disdetta contratto di locazione intendiamo diversi documenti da dover scrivere o compilare per regolarizzare la conclusione del rapporto di affitto, anticipato o fine naturale. Quando ci si trova in una situazione di risoluzione anticipata contratto di locazione si deve inviare una lettera scritta di preavviso sei mesi prima, l’invio deve avvenire tramite raccomandata con ricevuta di ritiro. Nella comunicazione vanno inseriti i dati di riferimento del contratto di locazione stipulato, quindi la scadenza prevista e la data di inizio locazione, le motivazioni che portano alla risoluzione anticipata e le modalità di chiusura rapporto locativo che prevede la firma consensuale di un verbale di fine locazione, la compilazione dell’inventario di riconsegna immobile con ricevuta di restituzione caparra e il saldo della pratica fiscale che prevede il pagamento dell’imposta di registro tramite modello F23 e di questo vogliamo parlare nel paragrafo che segue. Continue reading

Published by: