Fac simile contratto di locazione commerciale

Fac simile contratto di locazione commerciale: introduzione

Il fac simile contratto di locazione commerciale è una guida che aiuta a redigere l’accordo di locazione seguendo le condizioni richieste dalla legge per rendere tale contratto valido nei termini giuridici e fiscali. Ricordiamo alcune sostanziali differenze dal contratto di locazione abitativa, questa ha durata e rinnovo nella formula 4+4 o 3+2, mentre la locazione commerciale vede un periodo di tempo e rinnovo nella formula 6+6 e 9+9 se l’attività commerciale è turistico ricettiva o teatrale. Il contratto di locazione commerciale è suddiviso in parti elencate come articoli numerati. Si inizia contrassegnando il documento con un titolo e inserendo le generalità delle parti coinvolte, locatore e conduttore. Si inseriscono, nomi, cognomi, date di nascita, indirizzo, sicuramente i codici di Partita iva, inoltre bisogna specificare il nome dei legali rappresentanti, se presenti, con il loro indirizzo di sede lavorativa. Si inserisce la formula di “scrittura privata”, la quale dovrà poi essere redatta in tre originali e una triplice copia certificata per la registrazione presso l’Agenzia delle Entrate, che deve avvenire secondo i termini stabiliti dalla legge.

Fac simile contratto di locazione commerciale: oggetto, durata e canone

Fac simile contratto di locazione commerciale

Fac simile contratto di locazione commerciale: oggetto, durata e canone

Da questa dicitura, il fac simile contratto di locazione commerciale continua con dei moduli base e accessori: di base sono quelli che contengono le condizioni fondamenta della locazione come canone e durata, gli accessori riguardano tutte le condizioni dettate dal caso come lavori di ristrutturazione, pagamento o meno di spese condominiali, ecc. Il primo punto che si tratta è l’oggetto del contratto, quindi, si identifica l’immobile locato, il locatore dichiara di concedere la proprietà in cambio di un affitto, specifica i dati catastali dell’immobile, segue poi un mini inventario che elenca le singole caratteristiche dell’immobile locato e la dichiarazione del proprietario riguardo al rispetto delle norme edilizie ed urbanistiche e alla conformità degli impianti, con certificazione Energetica e attestazione ACE. Sono elementi fondamentali per il conduttore che svolge attività commerciale all’interno del locale affittato. Il secondo articolo del contratto di locazione commerciale riguarda le condizioni di durata, disdetta e rinnovo. Vengono specificati i numeri di anni di locazione con data di decorrenza e termine della stessa, il rinnovo è tacito e automatico, ma viene comunque formulato all’interno del contratto, per la disdetta si specifica la modalità di avviso prevista dalla legge e nel caso di mancato rinnovo o disdetta da parte del locatore, il conduttore ha diritto ad un’indennità di mancato guadagno, che serve a coprire e garantire una copertura per il periodo di passaggio e ricerca per un altro immobile da affittare. Il canone di locazione è liberamente stabilita dalle parti, viene specificata la modalità di saldo all’interno del contratto di locazione, si specifica, che come legge vuole, l’aggiornamento del canone avverrà in base agli indici Istat annuali.

Lascia il tuo commento

*