Category Archives: Registrazione contratto di locazione

Registrazione contratto di locazione: dove si effettua, qual’è l’iter, quali sono i documenti e tanto altro.

Obbligo registrazione dei contratti di affitto

Pubblicità

Obbligo registrazione dei contratti di affitto

Nel pieno rispetto dela normativa in vigore, è diventato un obbligo procedere con la registrazione dei contratti di affitto che deve essere fatta entro 30 giorni dalla sottoscrizione dell’accordo tra le parti interessate. Entro 60 giorni deve essere comunicata la registrazione al conduttore ed eventualmente all’amministratore di condominio che è tenuto ad aggiornare il registro dell’anagrafe. In genere, le spese di registrazione del contratto di affitto sono a carico del locatore e del conduttore in parti uguali, ma può anche essere pagata interamente dal locatore. In caso di mancata registrazione, il contratto di affitto viene considerato inesistente, nel caso in cui poi non venga pagato il canone o l’immobile non venga liberato alla data di scadenza del contratto di affitto, non è possibile procedere con lo sfratto, è necessario intraprendere una causa ordinaria di occupazione senza titolo. Maggiori informazioni si trovano su: http://www.visureitalia.com/smartfocus/registrazione-dei-contratti-di-affitto/. Continue reading

Published by:

Registrazione contratto d’uso gratuito immobile 2017

Registrazione contratto d’uso gratuito immobile 2017

Come forma di tutela è opportuno procedere con la registrazione contratto d’uso gratuito immobile 2017 sia che si tratti di una casa o di un locale commerciale, questo iter si esplica presso l’Agenzia delle Entrate, utilizzando il modello 69 e versando l’imposta di registro di 200 euro con il modello F23 codice tributo 109T. Durante la fase di registrazione si devono consegnare due copie del contratto con firma in originale, di cui una viene depositata presso l’Agenzia delle Entrate, mentre la seconda deve essere consegnata al proprietario, al comodatario invece si consegna una semplice fotocopia. Si può optare per un contratto di comodato a tempo indeteminato oppure determinato, in questo ultimo caso si può procedere con il rinnovo, pagando la relativa imposta di registro ad ogni rinnovo, se si sceglie una durata indeterminata si paga l’imposta di registro una sola volta. Per registrare il contratto d’uso gratuito immobile, il comodante ed il comodatario devono compilare il modello 69 Agenzia delle Entrate. Continue reading

Pubblicità




Published by:

Obbligo di registrazione legge di Stabilità 2016

Obbligo di registrazione legge di Stabilità 2016

Con la legge di Stabilità 2016 è stata eliminata la norma in base alla quale entrambe le parti coinvolte nel contratto di locazione rispondono dei relativi oneri fiscali, l’attuale normativa invece fa ricadere l’obbligo di registrazione sul solo locatore che deve provvedere alla registrazione del contratto, quindi a lui spetta la responsabilità in caso di omesso versamento nei confronti del Fisco. Prima dell’entrata in vigore della legge di Stabilità 2016, in caso di mancato versamento dell’imposta di registro, l’Agenzia delle Entrate poteva chiederne la corresponsione, richiedendo eventualmente gli interessi e le relative sanzioni, al locatore oppure al conduttore, solo quando uno dei due provvedeva a coprire il pagamento anche l’altro risultava liberato dall’onere. L’obbligo di registrazione è divenuto un onere esclusivo del locatore, sulla cui figura ricadere dunque la responsabilità dell’omesso versamento d’innanzi al Fisco, per cui se il contratto di locazione è da ritenersi inesistente se la registrazione non viene effettuata, qualora non sia pagato il canone o non venga liberato l’immobile alla data di scadenza del rapporto, non si può procedere con lo sfratto con sistema abbreviato, per legge deve sussistere una causa ordinaria di occupazione senza titolo. Continue reading

Published by:

Solidarietà nella registrazione dei contratti di locazione

Solidarietà nella registrazione dei contratti di locazione

Secondo quanto previsto dal testo unico imposta di registro è obbligatorio provvedere alla registrazione dell’immobile facendo fede alla cosiddetta solidarietà nella registrazione dei contratti di locazione che riguarda le locazioni di durata superiore ai 30 giorni complessivi in un anno. Quando si procede con la registrazione di un contratto di locazione immobiliare è necessario sostenere il pagamento della tassa di registro oppure optare per la modalità di pagamento della cedolare secca, quindi il proprietario dell’immobile ad uso abitativo dato in affitto è tenuto a versare la tassa sul reddito di affitto, l’imposta di registro, i bolli oppure la cedolare secca. Nel caso in cui si effettua la registrazione di un contratto presso un ufficio dell’Agenzia delle Entrate il pagamento della stessa imposta di registro deve precedere la fase di registrazione, si può optare anche per la modalità di registrazione per via telematicamente in questo caso i due adempimenti possono essere conclusi nello stesso momento; in caso di pagamento della cedolare allora la liquidazione dell’imposta avviene contestualmente alla presentazione della dichiarazione dei redditi. Continue reading

Published by:

Omessa registrazione del contratto di locazione cosa comporta

Omessa registrazione del contratto di locazione

La legge di Stabilità 2016 punisce il locatore che non ha registrato la locazione, per cui in caso di omessa registrazione del contratto di locazione, il conduttore ha facoltà di poter richiedere al giudice di riportare la locazione a parametri conformi a quelli stabiliti per i contratti di 4 anni o per quelli con canone concordato; inoltre l’inquilino potrà richiedere la restituzione della somma si denaro versata in eccedenza rispetto all’importo dovuto a titolo di canone di affitto, sia durante il rapporto di locazione che una volta scaduto, ma non dopo i 6 mesi successivi al rilascio dell’immobile. L’omessa registrazione porta a presumere l’esistenza di un rapporto di locazione anche per i 4 periodi di imposta precedenti all’accertamento; ma anche il pagamento di un canone di affitto del 10% del valore dell’immobile. Per maggiori informazioni si rimanda alla lettura di Legge di Stabilità 2016 obbligo di registrazione contratto di locazione. Continue reading

Published by:

Registrazione contratto di comodato d’uso modello RLI

Registrazione contratto di comodato d’uso modello RLI

Per richiedere la registrazione del contratto di comodato d’uso gratuito è necessario utilizzare il modello RLI con cui si esplica la richiesta di registrazione di un qualunque atto ad eccezione di quelli giuridici, questo modello va a sostituire il precedente modello 69, serve a proprietari, agenzie, società intermediarie ed affittuari che devono richiedere la registrazione del contratto di locazione presso l’Agenzia delle Entrate. Va precisato che nonostante la disciplina non preveda l’obbligo di formalizzare questa tipologia di accordo tra le part, è consigliabile assolvere a questo iter per ottenere una maggiore tutela così da evitare possibili contenziosi. La registrazione del contratto di comodato è solitamente eseguita quando l’accordo viene stipulato in forma scritta ed interessa soggetti quali imprese o professionisti, in tal caso quindi si procedere alla registrazione presso un qualsiasi ufficio dell’Agenzia delle Entrate. Per maggiori informazioni sull’argomento si rimanda alla lettura dell’articolo Contratto di comodato registrazione: la specifica modulistica. Continue reading

Published by:

Ravvedimento operoso e la registrazione tardiva contratto di locazione

Registrazione tardiva contratto di locazione

L’omissione è molto più grave della registrazione tardiva contratto di locazione perché una volta riscontrata ed entrata nel provvedimento disciplinare prevede l’applicazione di severe percentuali basate sul dovuto. Invece, la registrazione tardiva contratto di locazione può essere rimediata con il ravvedimento operoso, soluzione concessa dallo Stato per correggere eventuali errori o rimediare al pagamento in ritardo delle imposte. Il ravvedimento operoso può essere attivato dal contribuente quando l’Agenzia delle Entrate non ha già attivato una procedura di controllo e sanzionamento amministrativo, consente di rimediare sia alla tardiva registrazione o al pagamento dell’imposta di registro fuori dai termini previsti. Le more previste per il ritardo nella registrazione o nel pagamento dipendono dai giorni trascorsi rispetto ai termini previsti. Registrare un contratto di locazione con il modello RLI – Contratto di locazione registrazione: leggi più attente alle transizioni Continue reading

Published by:

Agenzia delle entrate registrazione contratto di locazione software

Tutorial Agenzia delle Entrate registrazione contratto di locazione software

Ecco un nostro piccolo tutorial sul tema Agenzia delle entrate registrazione contratto di locazione digitale. Che sia autonoma, eseguita presso uffico o con professionisti delegati, la registrazione del contratto di locazione ha una via ormai obbligatoria, quella telematica. Questa modalità è diventata necessaria allo Stato per diversi motivi: una migliore tracciabilità dei contratti e degli accordi stabiliti, una semplificazione di procedure e archiviazione, una più veloce esecuzione e comprensione delle pratiche che consentono di eseguire pratiche normative e burocratiche in maniera democratica con o senza professionista delegato. Certo è che la regolarizzazione del contratto di locazione ad uso abitativo registrazione rimane un’operazione delicata che prevede l’esatto inserimento dei dati per non incorrere in sanzioni dovute ad informazioni monche o errate. Analizziamo i principali programmi telematici dell’Agenzia delle Entrate. Continue reading

Published by:

Cedolare secca e registrazione contratto di locazione ad uso abitativo

Cedolare secca e registrazione contratto di locazione ad uso abitativo

La cedolare secca è un’opzione che consente di abbattere i costi derivanti dalla registrazione contratto di locazione ad uso abitativo. Per accedere a questa opportunità fiscale bisogna innanzitutto stabilire nel contratto la scelta di questa modalità fiscale. La normativa stabilisce che l’opzione vale solo quando il contratto di locazione viene scritto e firmato da entrambe le parti, esistono diversi fac simile contratto di locazione ad uso abitativo che mostrano i contenuti importanti da inserire per rendere valido e impugnabile l’accordo locativo. Un recente emendamento ha anche introdotto l’obbligatorietà dei pagamenti con bonifico per rendere ancora validi e continui i benefici fiscali e le agevolazioni concesse per i contratti di locazione. In pratica, l’affitto non può più essere pagato in contanti e questo per contrastare sia il fenomeno degli affitti in nero, sia altre pratiche di evasione fiscale. Leggere approfondimento: Contratto di locazione registrazione: leggi più attente alle transizioni Continue reading

Published by:

Rimediare alla mancata registrazione contratto di locazione

I casi di mancata registrazione contratto di locazione

I controlli per contrastare l’evasione e gli affitti in nero si fanno sempre più rigidi e attenti, una mancata registrazione contratto di locazione può comportare gravi pene sia per il proprietario sia per l’inquilino che non denuncia a tempo debito l’affitto stibulato. La normativa precisa che è obbligo sia del locatore che del conduttore la registrazione del contratto di locazione (Agenzia delle Entrate) e le spese fiscali devono essere divise a metà, se queste rappresentano un onere troppo grande, solo per le locazioni abitative si può scegliere la cedolare secca, un’opzione fiscale che consente di registrare regolarmente il contratto senza pagare le imposte di registro annuali ma un’imposta annua agevolata e versata nelle stesse modalità dell’irpef, quindi con un acconto entro giugno e un saldo entro settembre e novembre. La cedolare secca è stata introdotta dal 2008 proprio per contrastare il fenomento delle locazioni abusive e consentire un rientro fiscale a vantaggio di tutti. Continue reading

Published by: