Responsabilità in solido contratti di affitto

Comment

Approfondimenti
Pubblicità

Responsabilità in solido contratti di affitto

Il principio della responsabilità in solido, disciplinato dall’articolo 1292 del Codice Civile, trova applicazione anche nei contratti di affitto con lo scopo di attribuire lo stesso grado di responsabilità in caso di sanzioni fiscali dovute alla mancata registrazione o registrazione mendace di un contratto di affitto. Nel D.P.R. n. 131 del 1986 viene stabilito che nel caso di affitto non sottoscritto da regolare contratto, l’inquilino corre il rischio di pagare le relative sanzioni notificate con la ricezione della cartella esattoriale. In base alla legge di Stabilità del 2016 è stato ribadito che deve essere il locatore a provvedere all’adempimento della registrazione del contratto di affitto stipulato con l’inquilino, rispettando la precisa tempistica: il termine è di 30 giorni e decorre dalla stipulazione scritta del contratto di locazione. Nei 60 giorni successivi, il locatore deve provvedere a presentare tutta la documentazione completa che attesta che sia avvenuta la corretta registrazione al conduttore. L’Agenzia delle Entrate ha però specificato che anche se spetta al locatore l’obbligo di effettuare la registrazione, pena la stessa nullità del contratto di affitto, i possibili effetti dell’inadempimento possono ripercuotersi anche sul conduttore, visto che la stessa Agenzia delle Entrate può chiedere la somma dovuta a titolo di imposta di registro. Per approfondimenti si rimanda alla lettura di https://www.money.it/Affitto-senza-contratto-rischi-inquilino.

Pubblicità

Pignoramento dei beni

Responsabilità in solido contratti di affitto

Responsabilità in solido contratti di affitto

In alcuni casi, se gli inquilini non pagano quanto richiesto dalla cartella esattoriale possono subire il pignoramento dei beni mobili. Il debitore che non paga i propri debiti può essere colpito con il sequestro dei propri beni mobiliari, un atto esecutivo della disposizione di un giudice, la cui sentenza può essere applicata solo dopo aver accertato in giudizio la reale morosità del debitore verso il quale viene emesso un titolo esecutivo. I beni mobiliari pignorati al debitore vengono affidati all’Istituto vendite giudiziarie con lo scopo di pagare il creditore con i guadagni della vendita dei beni pignorati.

Pubblicità




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *